“Onda Nuova” entra nel progetto Miccichè alla Regione Siciliana


Il movimento “Onda Nuova” entra a far parte del progetto autonomista che trova la sua sintesi politica nella candidatura alla Presidenza della Regione dell’onorevole Gianfranco Miccichè.

La comune preoccupazione per le condizioni economiche e sociali della Sicilia e la condivisa scelta di creare le basi per un reale e concreto cambiamento sono l’elemento fondante di un percorso politico che punta al riscatto di una terra svenduta ad altri interessi da una classe dirigente troppo spesso definita da ascari. Ieri, a Palermo, nella segreteria politica dell’on. Miccichè, il leader e il presidente del movimento Doriana e Aldo Licata hanno incontrato il candidato alla Presidenza della Regione per sottoscrivere un accordo che ha tra i suoi obiettivi la partecipazione diretta alla competizione elettorale del 28 ottobre. Il progetto autonomista e sicilianista intende scardinare il nuovo tentativo “romano” d’imporre le regole dall’alto, attraverso una classe dirigente siciliana ancora una volta supina e senza idee. La candidatura dell’on. Miccichè è credibile perché intende costruire una nuova classe dirigente libera da qualsiasi condizionamento e legata al territorio e alle esigenze dei siciliani. “Onda Nuova” ha nel suo programma l’impegno a realizzare un cambiamento reale che possa essere frutto di una nuova politica economica che abbia come riferimento la produzione di energia. Una terra produce se ha l’energia, altrimenti sarà sempre costretta a rincorrere gli altri. Energia, credito e turismo sono i punti di forza del programma di “Onda Nuova” che l’onorevole Micicchè inserirà nel suo programma elettorale.

«Sono pienamente soddisfatta dell’incontro – ha dichiarato il leader del movimento Doriana Licata – perché è stata raggiunta un’intesa importante e significativa su basi programmatiche e non con soluzioni di potere o con la politica di piccolo cabotaggio. Ho avuto modo di confermare all’on. Miccichè il mio impegno diretto in campagna elettorale con una candidatura, frutto della decisione unanime dei “Cantieri in Movimento”, che intende porre la provincia di Trapani e la Valle del Belice in prima linea nel processo di cambiamento che la Sicilia sarà chiamata a costruire, puntando tutto sulle sue forze e sulle sue risorse. La stretta collaborazione con il partito di Miccichè e con gli altri gruppi della coalizione è l’unica soluzione utile e credibile per rendere i siciliani protagonisti del loro futuro».

Il 28 ottobre – ha sottolineato il presidente di “Onda Nuova” Aldo Licata – non si voterà soltanto per eleggere il nuovo Presidente della Regione e il nuovo Parlamento siciliano. Gli elettori saranno chiamati a rispondere a un referendum ideale. Potranno continuare a essere governati da chi è sotto controllo romano, oppure potranno liberarsi, una volta per tutte, da questo sistema ormai fallito e fallimentare, per dare forza a un nuovo progetto politico autenticamente autonomista che farà della Sicilia una regione moderna, libera e capace d’interloquire con il mondo. Il nostro contributo a Grande Sud e alla candidatura dell’on. Miccichè si fonda su un accordo programmatico che rappresenta un’opportunità di cambiamento. Tutti assieme possiamo scrivere un nuovo grande capitolo della nostra storia.

Visita http://tinyurl.com/98usu4c

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>