[Video] Micciche: “Ho la certezza di diventare il presidente”




“Ho la certezza di diventare il presidente della Regione Siciliana”. Gianfranco Micciché parla sicuro e deciso, durante la sua conferenza stampa di oggi pomeriggio a Palermo.

Il candidato ha presentato i tre pilastri del suo programma: Il primo la sburocratizzazione. Il secondo “la creazione di nuovi rapporti con l’Unione Europea”. Infine il terzo, “una costante ed efficace azione di governo”.

Visita http://tinyurl.com/9a23mgr

One thought on “[Video] Micciche: “Ho la certezza di diventare il presidente”

  1. AUTORITRATTO DEL PENSIERO DI GIANFRANCO MICCICHE’
    - “Esiste uno meglio di me? Non esiste uno meglio di me? allora non mi rompete le palle…, MI CANDIDO.”
    - “Il mio segreto non è per nulla segreto. Sono l’unico candidato alla Presidenza della Regione siciliana che può vantarsi di avere fatto concretamente qualcosa per questa terra, l’unico che pur di difenderne gli interessi ha abbandonato il PDL e Berlusconi ed ha fondato un partito per i Siciliani”
    - “La coalizione di partiti che sostiene Nello Musumeci non ha nulla da spartire con i Siciliani. Nello è rimasto prigioniero delle logiche romane e degli interessi nazionali della coalizione che lo appoggia”.
    - “ SONO SICILIANO, SONO STATO E CONTINUO AD ESSERE FUORI DA OGNI STANDARD”
    - “ La differenza è netta tra me e loro (Crocetta, Musumeci e Fava). Loro continuano a considerare la Sicilia un test nazionale per la tenuta delle maggioranze romane e degli accordi di governo con la Lega. Sogno una SICILIA capace di attrarre investimenti ed imprenditori per le risorse culturali e paesaggistiche di cui è naturalmente dotata. Un circuito virtuoso che innescherebbe sviluppo, ricchezza e occupazione. Serve innanzitutto un cambio di sistema amministrativo. La Sicilia deve puntare ad un DIALOGO PARITARIO ed AUTONOMO con l’Unione Europea e lo STATO ITALIANO”.
    - “Sia Fava che Crocetta hanno alle spalle partiti che rispondono a Roma. Lo ribadisco: non ho alcun interesse a discutere degli equilibri romani, che siano di destra o di sinistra”.
    - “La Sicilia è al collasso. Servono programmi concreti per aggredire la crisi e restituire dignità alla nostra terra. La Sicilia ha la voglia, il coraggio, le risorse e le potenzialità per uscire dalle sabbie mobili…”
    - “Non ci rassegniamo alla povertà, né al vittimismo. Siamo un popolo fiero, orgoglioso, determinato che vive in una terra piena di potenzialità. Inespresse, certo. Represse, sicuramente. Tuttavia, non è con il tanto peggio, tanto meglio che la situazione può migliorare. Non è invocando l’aiuto di un nuovo messia che possiamo risanare i conti della Regione. Serve rigore, intransigenza, innovazione e coraggio. Tutto questo è dentro di noi, basta essere coscienti di ciò e volerlo veramente. Noi le soluzioni per salvare questa terra le abbiamo…”
    - “Il nostro Statuto per troppi anni è rimasto solo un tratto di inchiostro su un pregiato foglio di carta. Dare piena attuazione alla Costituzione siciliana non rappresenta più una mera utopia ma un’esigenza concreta per creare sviluppo”
    - .“Un presidente della Regione con le palle non farà passare questa cosa. Con me si possono scordare il MUOS”.
    - “Ho abbastanza esperienza per poter dire che adesso serve qualcosa che prescinda dalle ideologie e dai partiti”
    - “ In fondo (Crocetta e Musumeci) sanno già che a VINCERE SARÒ IO. Un rammarico: entrambi stanno dimostrando di non mettere al centro la SICILIA ed i SICILIANI, ma soprattutto di non potersi sganciare dalla gabbia della politica e dai partiti nazionali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>